Caduta Capelli

Alopecia Areata

L’Alopecia areata è un particolare quadro di alopecia che si manifesta con la comparsa di aree prive di capelli dovute a una improvvisa e rapida perdita di capelli che hanno bruscamente interrotto la loro fase Anagen.

La comparsa improvvisa dell’Alopecia areata causa forte preoccupazione nel soggetto interessato, che subito ricorre a una lozione anticaduta o comunque a prodotti tricologici nella speranza di porre rimedio all’anomala caduta di capelli.

Può interessare qualsiasi parte della superficie corporea ricoperta da peli (viso, braccia, gambe, tronco…).

Alopecia_areata_1

Alopecia_areata_2

Nella razza bianca la probabilità di contrarre l’Alopecia areata prima di giungere ai 50 anni di età è del 2%, prediligendo il sesso femminile.

Alla periferia delle chiazze sono riscontrabili i caratteristici “peli a punto esclamativo”, cioè capelli lunghi non oltre 3 mm.
Alopecia_areata_3

Nelle forme più gravi sono invece presenti sull’area i “peli cadaverizzati”, troncati come se la pelle fosse appena rasata.
Le aree colpite hanno una forma ovalare e dimensioni molto variabili: da pochi millimetri a diversi centimetri. Raramente viene coinvolto l’intero cuoio capelluto (alopecia totale) o, addirittura, tutta la superficie corporea (alopecia universale).

A volte il soggetto riferisce di prurito al cuoio capelluto e la superficie delle aree si presenta rosacea o addirittura con eritema cutaneo; non è rara la concomitante presenza di desquamazione e forfora, riscontrabile solo sulla “chiazza”. Nelle forme più gravi possono comparire anche alterazioni delle unghie (fragili, deformate, macchiate, ispessite…).

Andamento dell’Alopecia areata

L’andamento dell’Alopecia areata è definito “imprevedibile”, cioè non è possibile prevedere la sua evoluzione; le aree potranno infatti richiudersi spontaneamente, così come aumentare come numero ed estensione e non regredire.

La forma è spesso recidivante, cioè ad una prima guarigione può seguire il rimanifestarsi dell’anomalia, con caratteristiche spesso più imponenti.
Quando è coinvolto meno del 40% del cuoio capelluto c’è buona possibilità di una spontanea ricrescita dei capelli entro un anno dall’inizio (probabilità del 40% per i bambini e 70% per gli adulti).

In caso di risoluzione positiva nell’area compare prima una fine peluria destinata ad essere sostituita con capelli più grossi, ma quasi sempre bianchi.
Anche nelle forme più gravi di Alopecia areata i follicoli rimangono comunque vitali e a volte la ricrescita può avvenire senza alcun trattamento.
Nel primo anno di malattia c’è un’alta percentuale di guarigione: fra il 34 e il 50%.

Cause dell’Alopecia areata

Le cause di questa improvvisa e localizzata perdita di capelli non sono ancora del tutto chiare. I soggetti sono generalmente colpiti a seguito di forti condizioni di stress, ma tale condizione non è sufficiente a spiegare il fenomeno, altrimenti la sua incidenza nella popolazione sarebbe molto elevata.
Le motivazioni devono quindi essere ricercate altrove.

Si ipotizza una predisposizione genetica e la presenza di autoanticorpi che attaccano la struttura follicolare riconoscendola come estranea.
Alopecia_areata_4

Su questa base l’anomalia si palesa in presenza di eventi scatenanti, come lo stress.

Gli autoanticorpi agiscono sul follicolo in fase anagen.
Il follicolo reagisce passando rapidamente alla fase telogen, come per proteggersi, perché in questa fase gli autoanticorpi non lo aggrediscono.

L’evento si ripropone quando il follicolo affronta una nuova fase anagen.
I capelli riescono così a svilupparsi solo pochi millimetri (peli a punto esclamativo) per poi cadere nuovamente. Oppure il processo può interrompersi, ad esempio per rimozione della causa scatenante, e in tal caso si ha la ricrescita dei capelli.

Le malattie e patologie più frequentemente associate sono:

  • ansia,
  • depressione,
  • disturbi della sfera affettiva,
  • gastrite cronica,
  • insonnia,
  • vitiligine.

Lo studio dei “peli a punto esclamativo” consente anche all’operatore di valutare se la forma è stazionaria o in evoluzione. In effetti se dopo 2-3 settimane dalla loro osservazione:

SONO ANCORA PRESENTI → L’ANOMALIA E’ STAZIONARIA
NON SONO PIU’ PRESENTI → L’ANOMALIA PROGREDISCE

La diagnosi differenziale va fatta nei confronti di una Alopecia Cicatriziale.
Alopecia cicatriziale VS Alopecia areata

Contrariamente a quest’ultima, l’Alopecia Areata:

  • Non presenta il tessuto tipico della cicatrice.
  • Presenta osti follicolari visibili.
  • Presenta peli a punto esclamativo.
  • Il cliente non riferisce un trauma nella zona.

Trattamento dell’Alopecia areata

Anche il trattamento Methos per l’Alopecia areata deve essere personalizzato e muoversi su più fronti: dal momento che l’apparato follicolare resta potenzialmente funzionale occore mantenere le condizioni adatte alla riproposizione eventuale dei capelli.

Devono essere eliminate eventuali manifestazioni di forfora e/o eritema cutaneo nell’area. Si deve stimolare la fase Anagen follicolare, che in questa anomalia viene bruscamente interrotta.

Nello specifico occorre:

  • mantenere aperti i follicoli liberandoli da accumuli di sebo
  • ridurre eritemi e desquamazione se sono presenti
  • stimolare il prolungamento della fase anagen.

Trattamento in salone: base

SHAMPOO CADUTA 10ml
SHAMPOO CAPELLI qb
CREMA TRATTANTE al bisogno
AMINOCOMPLESSO 30gc

Trattamento in salone: riequilibrio

ESSENZIALE PURIFICANTE 20gc
SHAMPOO CADUTA 10ml
SHAMPOO CAPELLI qb
CREMA TRATTANTE al bisogno
AMINOCOMPLESSO 30gc
BILANCIATORE pH 10ml

Trattamento in salone: benessere

ESSENZIALE PURIFICANTE 20gc
RIATTIVANTE CAPILLARE 15gr
SHAMPOO CADUTA 10ml
SHAMPOO CAPELLI qb
CREMA TRATTANTE al bisogno
AMINOCOMPLESSO 30gc
BILANCIATORE pH 10ml

Trattamento a domicilio

Trattamento per Telogen Effluvium Terradisole

Shampoo caduta

Favorisce la crescita e la fortificazione dei capelli indeboliti e privi di tono. Stimola il metabolismo follicolare grazie a un’azione iperemiante.

Bilanciatore PH

Mantiene l’equilibrio del pH del cuoio capelluto che nei casi di iperidrosi è solitamente alterato. Calma eritemi, prurito, arrossamenti con forte effetto lenitivo.

Essenziale stimolante

Potente stimolatore del microcircolo arterioso per dare una profonda azione tonica, nutriente,
ossigenante le radici. Normalizza le cadute eccessive ripristinando il normale ciclo follicolare.

Riattivante capillare

Complesso energetico atto a fornire alle cellule glicogeno biodisponibile per la sintesi di ATP.
Stimola il metabolismo cellulare e i processi di sintesi proteica.


Vieni a scoprire tutti i prodotti tricologici per parrucchieri Methos!


Sarebbe comunque errato promettere a chi ne è colpito la certa risoluzione del problema e in quanto tempo: sono troppo forti le implicazioni autoimmuni e la predisposizione genetica per poter determinare ciò.

Se gradisci puoi esporci il tuo caso: saremo lieti di offrirti alcuni suggerimenti.

5 commenti su “Alopecia Areata

  • francesco scrive:

    Ciao mi chiamo Francesco, sono il papà di un bambino di nome Leonardo di 3 anni e mezzo e da pochi mesi io e mia moglie in concomitanza della nascita del fratellino e dell’inizio del l’asilo ci siamo accorti di una chiazzetta molto fina sul cuoio capelluto all’altezza della tempia.
    Il Pediatra e il dermatologo ci hanno subito tranquillizzati sulla cosa ritenendo che sarebbero ricresciuti ma c.m.q hanno diagnosticato un alopecia areata che in 4 mesi repentinamente si è evoluta in più chiazze distribuite su tutto il cuoio capelluto specialmente la parte bassa siamo disperati e mentre stiamo facendo una cura di integratori, diprosone in crema, calmanti visto che il bimbo è iperattivo non vedendo miglioramenti nel breve anzi vi scrivo per un aiuto che ci possa permettere di avere una speranza più concreta nella risoluzione di questo problema che mi sta distruggendo.
    Aspettando una vostra risposta vi porgo Distinti Saluti

    Rispondi
    • matteo scrive:

      Gent.ssimo Francesco,
      mi spiace molto venire a conoscenza di un caso come quello di suo figlio.
      Il quadro di Alopecia Areata che purtroppo affigge Leonardo si manifesta con le caratteristiche da lei descritte con precisione.
      Il meccanismo con cui agisce non è a tutt’oggi ancora ben chiaro, ma risulta appurato che entrano in gioco vari fattori, tra cui una predisposizione genetica.
      Con ogni probabilità, nei soggetti predisposti, sono poi alcuni episodi di stress (l’avvio all’ambiente scolastico, la nascita di un fratellino, un lutto, la perdita del lavoro, una separazione…) a scatenare la reazione che porta alla comparsa delle chiazze alopeciche. Il meccanismo più plausibile è che in tal modo si attivino Autoanticorpi, cioè Anticorpi che invece di combattere elementi estranei al nostro organismo, attaccano elementi nostri, non riconoscendoli come tali. Nello specifico, sono diretti contro il follicolo pilifero, bloccandone la fase di crescita (fase Anagen).
      La notizia positiva è che il follicolo non viene compromesso, dunque vi è certamente la possibilità che la situazione si normalizzi.
      La notizia spiacevole è che l’andamento di questa anomalia è definito “imprevedibile”, dunque nessuno può garantire sull’evoluzione futura. A questo punto entra in gioco la casistica, che purtroppo prevede la soluzione positiva in meno del 50% dei casi.
      In più non giocano a favore né la giovanissima età, nè la comparsa di molteplici aree.
      La varietà di trattamenti (sia a uso topico sia per via sistemica) a oggi impiegati non offrono garanzie di risultato e spesso risultano complessi e insoddisfacenti.
      D’altro canto per quella che è la nostra esperienza abbiamo potuto constatare l’importanza del fattore stress: per molti soggetti è stato sufficiente individuare e superare il motivo del disagio per ottenere il risultato sperato.

      Per ciò che riguarda il nostro trattamento topico, agiamo con l’ausilio di 2 prodotti in particolare, di cui se gradirà potremo parlare privatamente (può scrivermi alla mail seguente: magnanialex@virgilio.it). Rimane mio dovere sottolineare che tali prodotti permettono di ottenere risultati che rientrano nella casistica sopracitata.

      Sperando di poterle essere stato d’aiuto e rinnovandole la mia disponibilità,
      le mando un cordiale saluto.

      Alessandro Magnani

      Responsabile Area Tecnica Terradisole.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>