Caduta Capelli

Alopecie cicatriziali

Come abbiamo visto nel post sulla definizione del termine Alopecia, questa patologia comprende una serie di quadri differenti tra loro, sia per le cause che li procurano sia per come si manifestano. La prima netta distinzione è tra 2 grandi gruppi:

  1. ALOPECIE CICATRIZIALI
  2. ALOPECIE NON CICATRIZIALI

ALOPECIE CICATRIZIALI

Le alopecie cicatriziali sono caratterizzate dalla presenza di cicatrice nell’area priva di capelli.

Spesso sono successive a forme di infiammazione follicolare e conseguente sostituzione del tessuto con materiale fibrotico, oppure a un trauma.

Sono casi irreversibili, in cui risulta impensabile ottenere un qualsiasi risultato,
poiché il danno ha coinvolto il derma con distruzione dei follicoli.

E’ importante effettuare una corretta analisi per non intraprendere trattamenti inutili e offrire false speranze.

Alopecia cicatriziale

Per formulare la diagnosi occorre ricordare le principali caratteristiche che si rilevano osservando bene l’area:

  • la superficie è sottile, liscia, lucente
  • i capelli sono assenti
  • gli osti follicolari sono assenti
  • non vi sono capelli spezzati nell’area

La diagnosi differenziale va fatta nei confronti dell’Alopecia Areata, con la quale si può confondere.

Cause più comuni e frequenti delle alopecie cicatriziali

  • Chimico-fisiche: ustioni, traumi, farmaci, acidi o alcali forti.
  • Infettive: follicoliti, herpes zoster, tigna.
  • Autoimmuni: lupus, lichen.
  • Trapianto di capelli: nel caso di impianto di capelli artificiali che creano granulomi.
  • Psoriasi: nel caso di forte psoriasi non trattata.
  • Trazione ai capelli: può essere l’evoluzione di una costante trazione dei capelli.

E’ molto importante l’ausilio della microtelecamera in questo caso perché solo con una visione a forte ingrandimento si può apprezzare chiaramente la mancanza totale di canali e osti follicolari.

ALOPECIE NON CICATRIZIALI

Questo gruppo comprende le forme più comuni di Alopecie, con esiti diversi tra loro.

Alcune di esse sono reversibili, altre solo attenuabili. In ogni caso su ciascuna di esse è possibile
intervenire con adeguati trattamenti per ottenere risultati che saranno comunque sempre
rapportati al tipo di Alopecia presente e alle cause che l’hanno prodotta.

Una volta in più si può ben comprendere l’importanza che quindi assume una corretta diagnosi.

Ecco i post per approfondire le alopecie non cicatriziali e relativi trattamenti professionali per parrucchieri:

Telogen effluvium acuto
Telogen effluvium cronico
Alopecia areata
Alopecia androgenetica
Alopecia fronto-parietale maschile
Alopecia da invecchiamento
Alopecia femminile post menopausa
Alopecia da Trazione

2 commenti su “Alopecie cicatriziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>