Evergreen

Angelica: benefici per i capelli

Angelica Archangelica

Angelica Archangelica

Dopo avere analizzato le proprietà dell’Achillea e dell’Aloe, oggi vediamo quelle dell’Angelica.

Appartenente alla famiglia delle Umbrelliferae, deve il suo nome a un monaco a cui apparve in sogno l’Arcangelo Raffaele consigliandolo di utilizzarla a scopo curativo.

Diffusa in Nord Africa, Europa e Siberia, cresce sulle rive di fiumi e ruscelli, in terreni molto ricchi di sostanze organiche.

Il fusto imponente è ricco di succo e può raggiungere i 2,5 mt. Le foglie hanno un intenso colore verde; i fiori giallo verdognoli. Viene considerata una tra le piante più importanti in fitoterapia.

Usi dell’Angelica nei secoli

Già nel I°sec. A.C. Dioscoride la consiglia come rimedio antiacido. Dal X°sec.,con l’arrivo delle popolazioni vichinghe in Europa,ne venne apprezzato sulle tavole il fusto candito.

Nel Medio Evo veniva coltivata nei monasteri, e i monaci erano usi pestarne le radici per trattare disturbi respiratori e digestivi.

Durante le pestilenze del XIV sec.veniva masticata a scopo curativo.

Nel 1665 l’Inghilterra fu colpita dalla peste bubbonica, e nelle pubblicazioni mediche dell’epoca veniva citata come efficace antidoto.

La medicina cinese e ayurvedica la impiegano tutt’oggi per la cura di influenze e raffreddori.

Sulle tavole delle popolazioni del Nord Europa l’Angelica viene consumata come verdura, ma anche utilizzata per la conservazione a lunghi periodi del pesce, appunto avvolto nelle sue foglie.

Parti utilizzate

Dell’Angelica possono essere utilizzate sia le radici, lunghe e carnose, che i frutti e i semi.
Il metodo di estrazione prevede l’uso della distillazione a vapore.

Angelica: principi attivi

BORNEOLO, LINALOLO
PINENE, LIMONENE, FELLANDRENE
BERGAPTENE
ANGELICINA, FELLOPTERINA
RESINE, TANNINI

Caratteristiche dell’Angelica

In fitoterapia l’Angelica è molto utilizzata e apprezzata, in particolare da quando le valutazioni scientifiche sono state in grado di spiegare ed avvalorare quegli effetti e quei risultati che per secoli sono derivati dal suo impiego.

Viene consigliata come sedativo per la tosse, il raffreddore e la febbre; come stimolante il sistema immunitario; come lenitivo e antinfiammatorio. Ovviamente noi tratteremo solo proprietà derivanti da un uso topico.

Antiinfiammatorie
Antibiotiche
Antisettiche
Calmanti

Fungicide
Lenitive
Miorilassanti
Stimolanti

Proprietà dell’Angelica

Le caratteristiche CALMANTI e LENITIVE ne consigliano l’impiego negli stati di ipersensibilità cutanea, prurito, dolorabilità.

Le proprietà ANTIIFIAMMATORIE e LENITIVE risultano indispensabili nel trattamento di cuti eritematose, eczematose; le qualità ANTISETTICHE e FUNGICIDE ne fanno elemento utile anche in presenza di quadri eritemato-desquamativi.

In preparati coadiuvanti anticaduta svolge un’azione STIMOLANTE associata a una LENITIVA i frequenti quadri associati di dermatiti seborroiche.

L’azione MIORILASSANTE contribuisce a ridurre stati di tensione muscolocutanea, favorendo di conseguenza un miglior apporto ematico-capillare.

Possiede un’ottima attività favorente la RISOLUZIONE DI MICROLESIONI, un forte effetto STIMOLANTE IL SISTEMA IMMUNITARIO e notevoli proprietà ANTISETTICHE. Ottimo anche in caso di cuti congestionate.

Angelica nei prodotti Methos per parrucchieri

SHAMPOO CADUTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>